Come fare il nodo della cravatta: istruzioni per l’uso

Come fare il nodo della cravatta

La cravatta è un accessorio maschile che vanta origini antiche. É possibile che risalga addirittura al XVII secolo. Tradizione vuole che la cravatta altro non fosse che l’evoluzione del fazzoletto annodato al collo per proteggersi dal freddo, da parte dei soldati croati assoldati da Luigi XIII. Con il passare del tempo l’uso di questo accessorio si è molto diffuso fino a diventare di uso comune e quotidiano. Nonostante questo, sono ancora in molti a trovare difficoltà a fare un bel nodo. Esistono moltissimi tipologie di nodi, vediamo quindi quanti, quali e come fare il nodo alla cravatta per ogni occasione.

Come fare il nodo alla cravatta: scegliere in base al tessuto

Il punto focale di una cravatta è proprio il nodo. Se il nodo è eseguito alla perfezione conferisce alla cravatta e al look in generale, un aspetto curato e raffinato. Al contrario, se è realizzato male, l’aspetto generale sarà trascurato e trasandato.

Il tipo di nodo da eseguire dipende da:

  1. larghezza della cravatta
  2. tessuto
  3. consistenza degli interni

Per scegliere il nodo, quindi, prima è necessario sapere com’è fatta la cravatta indossata. Ad esempio se l’interno della cravatta è pesante, oppure in tweed, meglio optare per un nodo semplice. Se invece il tessuto della cravatta è scivoloso e setoso, meglio scegliere un nodo con un maggior numero di giri.

Come eseguire un perfetto nodo alla cravatta

Tecnicamente per fare il nodo alla cravatta ci sono alcune accortezze da eseguire prima e dopo che aiutano molto la riuscita finale. Prima di realizzare il nodo, la camicia da uomo deve essere abbottonata tutta fino in cima e il colletto deve essere alzato verso l’alto. Dopo aver fatto il nodo alla cravatta, questo deve essere fatto salire bene in alto e stretto al punto da nascondere il listino del colletto e il primo bottone della camicia.

La parte larga e frontale della cravatta, chiamata “pala”, deve avere una lunga corretta, arrivando poco sopra la fibbia della cintura. Un ultimo tocco di classe, la fossetta al nodo della cravatta. Per farla, prima di stringere basta posizionare un dito sotto al nodo, per fargli fare una piccola piega. Se eseguita correttamente, la fossetta resterà centrale.

Tutti i nodi della cravatta

Contandoli tutti se ne potrebbero realizzare ben 85 diversi. Tra i principali ricordiamo:

  1. Nodo Windsor (o Scappino o Windsor Doppio)
  2. Mezzo windsor
  3. Nodo Semplice (o Orientale)
  4. Piccolo
  5. Doppio (o Doppio Semplice o Prince Albert)
  6. Atlantico (o Ventaglio o Cafè)
  7. Nodo BalthusNodo
  8. Eldredge
  9. Onassis
  10. Tiro a quattro (o Four in Hand)
  11. Pratt (o Pratt Shelby o Shelby)
  12. Nodo Kelvin
  13. Trinity
  14. St. Andrew
  15. Cape

Qualche parola sul nodo Windsor

Si tratta di un nodo per le grandi occasioni (va bene anche per i matrimoni ad esempio). Si adatta alle cravatte con colletto aperto e abbastanza lunghe e può essere realizzato anche indossando il gilet. Il nome deriva dal Duca di Windsor. Il Duca in realtà non lo ha mai indossato veramente, ma ne portato uno molto simile, ampio e triangolare.

Si dice che questa tipologia di nodo è stata inventata all’inizio del XX secolo. É chiamato anche nodo doppio Windsor o nodo Scappino. Domenico Scappino era il sarto della famiglia Savoia che, secondo alcuni, nel 1930 avrebbe per l’appunto inventato questo nodo.

Il Windsor è un nodo triangolare, simmetrico e spesso che si adatta bene a camice con il colletto alla francese, molto aperto. Il tessuto della camicia in abbinamento è sempre meglio sceglierlo leggero, come la seta ad esempio.

Come fare il nodo della cravatta

Il nodo più utilizzato: il Nodo Semplice o Orientale

Facile da realizzare è quello utilizzato più comunemente. Si adatta bene a tutte le camicie, a qualunque tessuto di cravatta e a tutte le varie dimensioni dei colli. Ha un aspetto finale simmetrico, conico e allungato che si sposa molto bene con look casual e business. Vista la semplicità di realizzazione è molto adatto a chi è alle prime armi con i nodi alle cravatte.

Per un effetto ricercato: Nodo a Ventaglio o Atlantico

Originale e d’effetto, questo nodo era molto in voga all’inizio del ‘900. Usato per eventi particolari (come cene, aperitivi o feste informali) è molto apprezzato da chi ama lo stile vintage e avere un aspetto retrò. Da usare su completi casual, giacche da uomo sportive ed eleganti e camicie dall’ampio colletto. Non è invece adatto per l’ufficio e il mondo del business in generale.

É caratterizzato da un molti passaggi e quindi non è un nodo per principianti, ha uno scopo decorativo ed estremamente estetico.